RICETTE LIFE 120

VIDEO RICETTE LIFE 120

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 905

Braciola di maiale sfumata al vino

La tipica pietanza dell'Italia settentrionale nella versione aromatizzata al vino e rigorosamente senz'osso. Sfiziosa, gustosa e pronta in pochi minuti. La ricetta per non rinunciare al gusto nè al piacere di un piatto leggero, ma al tempo stesso saporito.

Ingredienti 

 INGREDIENTI PER 2 PERSONE
   2 lombate di maiale   Sale rosa himalayano e pepe q.b.
   Un rametto di rosmarino
  2 spicchi d'aglio
   Olio extravergine di oliva   100 ml di vino bianco Falanghina
 TEMPO  ESECUZIONE
40 MINUTI MEDIA

Preparazione


Tirare fuori la carne dal frigorifero almeno mezzora prima della cottura, altrimenti sarà troppo fredda e messa a contatto con la piastra bollente ne abbasserà la temperatura. Se è presente uno strato di grasso esterno inciderlo con un coltello praticando 2-3 tagli in verticale, altrimenti la carne si arriccerà durante la cottura. Tamponare la carne con carta da cucina,  per eliminare l'acqua, che impedisce una buona cottura. Lavare il rosmarino, tamponarlo con carta da cucina, selezionarne le foglie e tritarle finemente con la mezzaluna su un tagliere. Spellare l'aglio ed affettarlo. Scaldare su fiamma viva la piastra in ghisa o una padella in metallo, purché abbia un fondo spesso ed uniforme. Mentre si sta scaldando unire un filo d'olio ed asciugarlo con carta da cucina. Quando la piastra sarà ben calda comincerà ad emettere un lieve fumo, appena percettibile. È il momento di mettere la carne al fuoco. Lasciarla cuocere per 2-3 minuti, senza toccarla, affinché possa ben cuocere. Mantenere la fiamma piuttosto vivace. Non deve ne comparire acqua sul fondo della piastra (temperatura troppo bassa), ne fumare eccessivamente (temperatura troppo alta). In entrambi i casi la cottura ne risulterebbe compromessa. Se si devono cuocere più bistecche contemporaneamente procurarsi una piastra di adeguate dimensioni da scaldare su fiamma alta, altrimenti cuocerne una alla volta. Trascorsi i 2-3 minuti, alzare un lembo della carne per valutare lo stato di cottura. Deve essere ben dorata e presentare le classiche striature brune, segno che la cottura è avvenuta correttamente. Girare la carne senza utilizzare utensili che possono pungerla, altrimenti si favorisce la fuoriuscita dei succhi interni, a discapito della morbidezza, e lasciar scottare il secondo lato come si è fatto con il primo. A questo punto girare nuovamente la carne, unire il vino bianco Falanghina facendolo cadere sulla carne e non direttamente sulla piastra, una manciata di rosmarino, gli spicchi d'aglio e salare. Lasciarla cuocere per 3-4 minuti, quindi girarla e cospargere nuovamente con il rosmarino tritato. Far cuocere anche questo lato per 3-4 minuti, quindi la carne dovrebbe essere pronta. Terminata la cottura mettere la carne in un piatto o in una teglia, condire con un filo d'olio EVO, una grattugiata di pepe e coprire con carta stagnola (alluminio). Lasciarla riposare per un paio di minuti per permettere ai succhi che sono concentrati al centro della bistecca di ridistribuirsi contribuendo a rendere la carne più uniformemente morbida. Servire.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Life 120

Per vedere la scheda del prodotto clicca sulla foto corrispondente:

Olio Evo BioSale Rosa DellHimalayaVino FalanghinaLombate di suino nero

Puoi trovare tutti gli ingredienti Life 120 sul nostro sito o cliccando qui

Le Malattie Moderne